Il 5 maggio 2018, in occasione della giornata mondiale dell’ostetrica abbiamo invitato Marta Campiotti a Torino per la presentazione del suo nuovo libro. Un pomeriggio stupendo!

Scrive la nostra cara amica Simona Vanetti, di Lallyfly Per-corsi genitoriali

“Giornata ricca di emozioni a Torino durante il cerchio intimo e molto femminile di presentazione del libro “L’armonia della nascita” dell’ostetrica Marta Campiotti, in una bellissima location dipinta ad arte.

E’ emerso un libro che emoziona e che è vicino alle mamme in modo professionale e di cuore. Un libro che è un figlio arrivato dopo anni di esperienza con le donne direttamente sul campo. 📙

👩 Marta Campiotti, già autrice del libro Nascere dolce e allieva di Frederick Leboyer, è ostetrica libera professionista a Varese, dove nel 2001 ha fondato la casa maternità Montallegro, oggetto di numerosi articoli di riviste e giornali e di trasmissioni televisive. È presidente dell’Associazione Nazionale Ostetriche Parto a Domicilio e Casa Maternità.

Marta, in quanto ostetrica ha detto: “puoi aiutare solo la mamma che è motivata a cercarti”. 🦋
E nel raccontare ciò che accade con le madri: “l’incontro è come una danza💃, la trama e l’ordito si fa insieme, ed in mezzo c’è il bambino”. “Il nostro compito è quello di portare la donna nel centro del suo desiderio e di essere capaci di esserci anche in modo invisibile”.

Nel cerchio anche una mamma incinta all’ultimo mese di gravidanza che ha vissuto una forte emozione liberando un pianto profondo e senza parole. 💧💧💧
Questo è quello che fanno i cerchi di donne! permettono la libertà di essere ciò che si è in modo totalmente privo di giudizio. Si può così contattare ogni aspetto di sé, anche quello che fa più paura e che se viene tenuto dentro in solitudine poi emerge come un “fantasma” intralciando la via.

Perché, nel profondo, parlare di nascita è anche contattare il proprio rapporto con la morte.

Un grazie di cuore ❤️ all’associazione Bianca Buchal Maternità rappresentata da Tiziana Mango che ha organizzato l’evento e alla conduzione fatta dall’ostetrica Gaudenzia Caselli. E un grazie anche a tutte le meravigliose anime che sono state presenti. Comprese quella di Bianca.